27 luglio 2019

Nel campo scuola di Pescara ragazzi e volontari con disabilità

Si conclude oggi 27 luglio la quinta edizione del campo scuola organizzato dall'associazione Val Pescara: tra i partecipanti 5 ragazzi e 2 volontari con disabilità per promuovere la piena inclusione e abbattere le barriere culturali

Anche quest’anno l’associazione VAL PESCARA - Protezione Civile, affiliata PROCIV ARCI, aderendo al progetto “Anch’io sono la protezione civile”, ha organizzato il 5° campo scuola dal 21 al 27 luglio, nell’oasi verde dell’Istituto Don Orione in Via Aterno a Pescara.

Ventisette ragazze e ragazzi dai 10 ai 16 anni, di cui cinque con disabilità cognitiva, hanno avuto la possibilità di accrescere insieme le loro conoscenze a tutela dell’ambiente, del territorio e della collettività. L'inclusione dei ragazzi con specifiche necessità è stata resa possibile grazie ad un percorso di attenzione al tema della disabilità, che l'associazione Val Pescara promuove ormai da diversi anni, e al coinvolgimento diretto dei volontari dell'Associazione Psicologi per i Popoli Abruzzo. 

Dormendo in tenda, facendo gioco di squadra, sempre seguiti dai volontari di protezione civile, hanno vissuto un'esperienza indimenticabile e formativa. Al campo hanno partecipato anche due volontari con disabilità uditiva e visiva, testimonianza diretta di come ogni cittadino possa diventare operatore attivo di protezione civile. 

L’organizzazione ha previsto numerose attività, giochi e lezioni sia all'interno del campo sia presso le componenti del sistema di protezione civile: i partecipanti hanno incontrato il gruppo volo dei Carabinieri, i Vigili del Fuoco, la Guardia Costiera di Pescara, la Polizia di Stato, il Gruppo Cinofili dell'Associazione di Protezione Civile L'Aquila 2009. I ragazzi hanno partecipato anche ad un corso per apprendere competenze di base della LIS.

Un operatore del gruppo di lavoro Abili a proteggere ed un funzionario del Dipartimento della Protezione Civile hanno visitato il campo scuola il 24 luglio: grande la partecipazione alle attività da parte di tutti i ragazzi e piena inclusione. 

"Fra le tante attività che svolgiamo, curiamo in particolar modo l'inclusione e la disabilità. Abbiamo un volontario sordo e insieme a lui abbiamo un minicorso LIS. I ragazzi sono interessati e attenti a questo tipo di attività. Oltre al volontario sordo quest'anno abbiamo anche un nuovo volontario non vedente anche lui molto attivo" le parole del capo campo Antonio Romano e della volontaria Fabrizia Longo nell'intervista doppia del Dipartimento della Protezione civile. 

Anche i ragazzi partecipanti raccontano con entusiasmo l'esperienza appena conclusa.

Fonte: Redazione di Abili a proteggere

Articoli correlati:

Foto di gruppo del camposcuola Terminato il 3° camposcuola estivo “Anch’io sono la Protezione Civile” ValPescara

Locandina evento Val Pescara Protezione civile e disabilità Convegno a Pescara: Protezione civile e disabilità, un’inclusione possibile

 Io non rischio 2018 e disabilità: Pescara in LIS

 Convegno a Pescara: “Sei Pronto?” Buone Pratiche di Protezione Civile

Platea e sala del corso: un'operatrice è in piedi con la schiena poggiata Disabilità in emergenza: non ostacolo, ma risorsa

locandina Formabili disabilità in emergenza “FormAbili”, seminario sulla disabilità in emergenza per volontari di protezione civile

foto di gruppo del convegno Convegno a Pescara: le persone disabili diventano volontari di Protezione Civile

AbiliAProteggere convengo pescara loncandina Convegno a Pescara sulle persone disabili nella Protezione Civile

Link utili: ValPescara, Psicologi per i popoli d'AbruzzoDon Orione, Comando Provinciale VVF Pescara, Guardia Costiera di Pescara, Polizia di Stato, L'Aquila 2009