Nel nuovo piano di emergenza di Celano la mappatura delle persone fragili

È stato redatto e presentato dal Sindaco Settimio Santilli in consiglio comunale il nuovo Piano di Emergenza, che deve essere conosciuto e facilmente comprensibile da qualsiasi cittadino. Nel piano anche la mappatura delle persone fragili

Il Piano Comunale di Protezione Civile va a definire le operazioni da attuare per prevenirle e quelle per minimizzare le conseguenze a persone, servizi, beni materiali in virtù di uno studio dei rischi presenti sul territorio e l’assetto sociale della popolazione, con l’obiettivo imprescindibile di garantire con ogni mezzo il mantenimento del livello di vita” civile” messo in crisi da una situazione che comporta gravi disagi fisici e psicologici.

Il territorio di Celano (AQ) è caratterizzato dai seguenti rischi: Rischio Idraulico e Idrogeologico, Rischio Frane, Rischio valanghe, Rischio Incendi. 

Mappatura delle persone fragili: nelle aree individuate dal Comune soggette a rischio sono state censite prima di tutto le persone fragili, che necessitano un inserimento specifico nel Piano in quanto devono essere raggiunte nella prima emergenza al fine di garantire l’assistenza e le necessarie misure di soccorso.

Dalla analisi dei rischi quindi, si è strutturato il Piano d’Emergenza Comunale (P.E.C.) con l’individuazione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.), da attivare in caso di emergenza, e delle aree di attesa, di accoglienza e di ammassamento. Tra le funzioni del COC, quella che più interessa alla popolazione è quella delle strutture di assistenza, per fronteggiare le esigenze in casi di stati di emergenza, questa ha il compito di agevolare al meglio la popolazione nell'acquisizione di livelli di certezza relativi alla propria collocazione alternativa, alle esigenze sanitarie di base, al sostegno psicologico, alla continuità didattica. 

Celano così si dota di uno strumento fondamentale in caso di qualsiasi emergenza. Il Piano presentato dovrà essere in continuo aggiornamento, tenendo conto dell’evoluzione dell’assetto territoriale, delle responsabilità e delle variazioni negli scenari attesi.

Nel corso della presentazione il Sindaco ha dichiarato, che il Piano dovrà essere divulgato alla popolazione in ogni forma possibile, affinché questa venga informata, perché tutti dobbiamo sentirci attori protagonisti in caso di emergenza.

Fonte: Comunicato stampa Città di Celano 

Articoli correlati dedicati ai piani di emergenza comunali e disabilità: 
 Giardini Naxos: al via un censimento dei cittadini con disabilità

 A Lariano l’autosegnalazione dei disabili per il piano di emergenza comunale

 Piano di Emergenza: al via il censimento dei cittadini con disabilità a Barcellona Pozzo di Gotto

 Al via il piano di emergenza e l’app della Protezione Civile a Ercolano

 Protezione civile, Casarza ha il piano

 Il Comune di Rogliano inserisce nel piano di protezione la mappatura delle persone con disabilità