Disabilità in Emergenza a Pietrasanta: censimento disabili e barriere architettoniche

Il 20 aprile è stato presentato il progetto "Disabilità in Emergenza a Pietrasanta" mirato a mappare le barriere architettoniche e i cittadini con disabilità

È stata presentata il 20 aprile l'iniziativa "Disabilità in Emergenza a Pietrasanta", promossa dalle associazioni Croce Verde di Pietrasanta e Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (Uildm) Sezione Versilia Andrea Pierotti, in collaborazione con l’Istituto Scolastico Don Lazzeri-Stagi e con il patrocinio di Comune, Regione Toscana, Prefettura di Lucca, Anci Toscana, Centro Servizi Volontariato Toscana (Cesvot) e Unione Operai Escursionisti Italiani (Uoei), entrambe sezioni territoriali di Pietrasanta.

Un progetto che mira a dare voce ai cittadini con disabilità del territorio comunale che avranno la possibilità di essere censiti tramite una raccolta dati. L’obiettivo è di migliorare l'organizzazione degli interventi a favore di cittadini con disabilità nel soccorso sanitario e in caso di maxi-emergenze, ma anche nella vita quotidiana.

Si arriverà alla creazione di una banca dati e di una prima mappatura delle barriere architettoniche che serviranno per definire le procedure da seguire in caso di emergenza. Attori fondamentali del progetto saranno i volontari delle due associazioni e gli studenti di una classe terza dell'Istituto Don Lazzeri-Stagi, nell'ambito dell'alternanza scuola lavoro.

"Da sempre la nostra associazione è impegnata nella promozione della solidarietà e con questo progetto vogliamo dare risposte concrete alla collettività coinvolgendo i più giovani - dichiara Renata Pucci, presidente della Croce Verde. - L'obiettivo è quello di promuovere la conoscenza di quali e quanti sono i cittadini disabili del Comune e stabilire le procedure di soccorso in caso di emergenza per evitare di trovarsi impreparati, come invece è avvenuto in situazioni critiche verificatesi in passato anche sul nostro territorio. Per farlo metteremo in campo l'impegno dei volontari che affiancheranno gli studenti delle scuole, la cui partecipazione è fondamentale nell'ottica di sensibilizzare i ragazzi fin da piccoli sul tema della solidarietà. Il progetto gode del patrocinio di numerosi enti, segno che quest'ultimi hanno creduto nella validità dell'iniziativa".

PietrasantaPer gli studenti delle scuole superiori sarà, inoltre, un'occasione di formazione a completamento del percorso didattico tradizionale. Si partirà con un breve periodo di tutoraggio in aula, da fine aprile agli inizi di maggio, per poi iniziare con la rilevazione dei dati sul campo. Gli studenti saranno affiancati dai volontari della Croce Verde e della Uildm per la creazione della banca dati delle persone con disabilità residenti o domiciliate nel centro storico che vorranno partecipare al progetto. Sarà, quindi, predisposta una mappatura degli indirizzi e delle esigenze di soccorso o trasporto relative ai cittadini censiti e anche una mappa delle barriere architettoniche, per arrivare all'individuazione dei percorsi da seguire in caso di emergenza. Infine, la relazione conclusiva restituirà i dati raccolti, che saranno messi a disposizione delle associazioni partecipanti e gli enti istituzionali per elaborare proposte d'intervento.

"Siamo onorati di fare parte di questo progetto - commenta Deanna Moriconi, presidente Uildm Versilia. - Essere considerati una risorsa per suggerire comportamenti, azioni e iniziative su come intervenire in caso di maxi-emergenze ci dà modo di far conoscere ancora più chiaramente le nostre necessità ed i nostri limiti. Non dobbiamo mai dimenticare che nel momento di una calamità di fronte ad una persona che non cammina, non parla, non vede, una persona con bisogni speciali, oltre che un individuo da salvare, c'è anche una diversità da contenere e da rassicurare. Qui entrano in gioco competenze e sensibilità per cui solo con la conoscenza e la familiarità delle situazioni possiamo trovare le soluzioni adeguate".

Il dirigente scolastico Andrea Menchetti chiude così il giro di interventi: "L’Iis Don Lazzeri ha abbracciato da subito con favore questa iniziativa per molteplici motivi. Intanto, per la sua valenza civile e sociale che esalta la funzione educativa del nostro istituto; per le ricadute didattiche che vedono i nostri studenti impegnati ad applicare conoscenze e tecniche operative apprese in classe, quali il rilievo e lo studio dell’abbattimento delle barriere architettoniche; per essere protagonisti di un processo realmente inclusivo per tutti i residenti e per coloro i quali si affacciano al nostro solare territorio di Pietrasanta. Abbiamo riconosciuto in questo progetto l’occasione di proporre ai nostri studenti un'attività meritoria e con immediati e tangibili risultati, in cui sentirsi protagonisti di una vera azione a contatto con realtà sensibili e di un processo realmente inclusivo per tutti i residenti della città di Pietrasanta".

Fonte: Toscana Accessibile - Regione Toscana

Link utili: Regione Toscana, Croce Verde di Pietrasanta, Uildm Sezione Versilia Andrea Pierotti, Istituto Scolastico Don Lazzeri-Stagi,  Comune di Pietrasanta,  Prefettura di Lucca,  Anci Toscana, Cesvot Pietrasanta, Uoei Pietrasanta

Articoli correlati:

protezione civile castelnuovo: via al censimento dei disabili Protezione civile e disabilità: a Castelnuovo in programma il censimento dei disabili

Protezione Civile e disabilità Protezione Civile e disabilità: continuano gli incontri sul soccorso a Castelnuovo

Soccorso ai disabili: un momento del'incontro Soccorso ai disabili: Castelnuovo capofila di un progetto regionale

protezione civile e disabilità  Intervista sul progetto Disabilità e protezione civile in Toscana

Incontri Disabilità e Protezione Civile Incontri Disabilità e Protezione Civile anche a Poggio a Caiano e Monte San Savino

testata Protezione Civile Toscana Disabilità e protezione civile, ciclo di incontri promosso da Regione Toscana

Squadra di soccorso in emergenza Emergenza e disabilità, laboratori in tre comuni toscani sulle modalità di soccorso e assistenza