8 aprile 2016

Disabilità e protezione civile, ciclo di incontri promosso da Regione Toscana

testata Disabilità e Protezione Civile Regione Toscana Un percorso di sensibilizzazione e laboratori di confronto tra esperti e volontari della protezione civile e persone con disabilità con l’obiettivo di modificare i Piani di Emergenza comunali e inserire misure di prevenzione e di intervento efficaci e condivise con le associazioni delle persone con disabilità sul territorio

 

La Regione Toscana, in collaborazione con Cesvot, Anci, Crid, Fish e Fand, organizza un ciclo di incontri, in forma di laboratorio partecipativo, sul tema dell’approccio alla persona con disabilità nel corso di emergenze sismiche e idrogeologiche, dimensionato e adattato alle caratteristiche di un comune toscano medio-piccolo, collocato in un’area a rischio sismico o idrogeologico.

Gli incontri, che si svolgeranno a Poggio a Caiano, Castelnuovo di Garfagnana e Monte San Savino dal 5 al 21 maggio, sono aperti a volontari e operatori di associazioni e cooperative sociali che operano nell'ambito della disabilità e della protezione civile.

I laboratori prevedono la partecipazione a tre incontri per ogni Comune coinvolto. La metodologia utilizzata sarà quella del “World Cafè” per stimolare discussioni autogestite dai partecipanti all'interno di un quadro comune e sotto la guida di un facilitatore e di alcune domande di riferimento.

Al termine delle attività progettuali è prevista una giornata conclusiva finalizzata alla restituzione dei risultati nonché alla presentazione delle proposte di modifica dei Piani Protezione Civile comunali e dei Piani personalizzati.

Per partecipare è necessario iscriversi online entro lunedì 25 aprile 2016.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito di Toscana Accessibile e il programma (qui in formato Word).

Fonte: Cesvot

Link utili:Cesvot, Anci, Crid, FishFandiscriversi onlineToscana Accessibileprogramma (qui in formato Word)

Articoli correlati:

Squadra di soccorso in emergenza Emergenza e disabilità, laboratori in tre comuni toscani sulle modalità di soccorso e assistenza