31 agosto 2017

Cbm International lancia app per le persone con disabilità in emergenza

L’applicazione HHot lanciata il 19 agosto da CBM International vuole diventare uno strumento agile ed efficace per gli operatori sul campo

hhot-cbm

 

CBM ha sviluppato l’applicazione Humanitarian Hands-on Tool (HHot) lanciata ufficialmente il 19 agosto in occasione della Giornata Mondiale Umanitaria. L'app vuole diventare uno strumento concreto per le agenzie umanitarie e le organizzazioni di soccorso affinché il loro aiuto sul campo sia realmente inclusivo.

Come già noto, in qualsiasi emergenza o disastro, come un terremoto, le persone con disabilità sono tra le più vulnerabili. Questo per diversi motivi: non sempre hanno accesso agli avvisi e ai messaggi di emergenza, non sempre sono incluse nei piani di evacuazione, i loro ausili (bastoni, sedie a rotelle, occhiali da vista) possono perdersi o danneggiarsi. Allo stesso tempo le emergenze possono aumentare il numero di persone che sperimentano una disabilità, sia temporanea che permanente, a causa delle lesioni riportate e la mancanza di servizi medici adeguati.

Negli ultimi anni le politiche e gli standard internazionali hanno riconosciuto questo aspetto. Per citarne alcuni, il framework di Sendai, l'agenda 2030 di sviluppo sostenibile, la Carta sull'inclusione delle persone con disabilità nell'azione umanitaria hanno fornito una chiara comprensione della necessità e delle politiche che devono essere sviluppate per raggiungere la piena inclusione. Quello che manca spesso sono le informazioni pratiche su come attuare queste politiche. Lo strumento HHoT vuole contribuire a colmare questo gap.

Per sviluppare l’app sono state raccolte buone pratiche e le linee guida di molte organizzazioni umanitarie dedicate alla disabilità, poi elaborate e organizzate da CBM. 

Questa applicazione è stata progettata per fornire suggerimenti e idee pratiche su come rendere accessibile e inclusiva ogni iniziativa sviluppata prima, durante e dopo un'emergenza, garantendo alle persone con disabilità l'accesso ai servizi e la partecipazione attiva alle attività del campo, consentendo inoltre lo sviluppo, attuazione e monitoraggio di tali servizi da parte delle persone con disabilità.

HHot è un applicazione web, scaricabile anche su dispositivi Apple e Android, accessibile e costituita da singole schede che spiegano cosa fare prima, durante e dopo un’emergenza, affinché nei piani di aiuto “non si lasci indietro nessuno”. L'applicazione è, infatti, organizzata come un Wiki, in cui è possibile esplorare schede specifiche, ognuna delle quali descrive attività o processi correlati all'emergenza. Queste schede sono collegate per facilitarne l'uso e possono essere condivise, stampate o salvate come preferiti ed utilizzate off line e sono suddivise per temi, come logistica, accessibilità degli edifici. 

Anche se è stata pensata per includere le persone con disabilità, a beneficiarne saranno anche i gruppi più vulnerabili come gli anziani, i bambini e le donne in gravidanza.

All'aggiornamento dell’applicazione possono concorrere gli utenti stessi con contributi, modifiche, integrazioni allo scopo di condividere informazioni quanto più complete e aggiornate. Per contribuire al miglioramento dell'app è possibile inviare feedback di scrivendo a: hhot@cbm.org.

Fonti: Cbm International. Cbm Italia, H Hot, redazione Abiliaproteggere

Link utili: Carta sull'inclusione delle persone con disabilità nell'azione umanitaria, Framework di Sendai

Per scaricare l'app: Android. App Store

Guarda anche:

Articoli correlati:

bambini disabili nell' uragano Uragano Matthew: Cbm in soccorso dei disabili 

cbm-filippine CBM – Filippine: doppio il tasso di mortalità delle persone con disabilità rispetto al resto della popolazione

terremoto-ecuador  Team italiano per l’Ecuador e sostegno alla disabilità 

nepal-terremoto  Terremoto Nepal: principali vittime le persone con disabilità 

disabilita-onu  L’ONU punta sulla disabilità per un mondo più sicuro 

catastrofi  Catastrofi ed emergenze colpiscono duramente i disabili. Importante prevenire