Nel Comune di Ascoli Piceno Piano di protezione civile inclusivo

Il Comune di Ascoli Piceno, in occasione dell'aggiornamento del piano comunale di protezione civile, individuerà risposte congruenti con le specifiche necessità dei cittadini più vulnerabili nella prevenzione, pianificazione e gestione dell’emergenza
ascoli piceno

Il Comune di Ascoli Piceno ha approvato la determina riguardante l'aggiornamento del Piano comunale di protezione civile, approvato nel maggio del 2015, allo scopo di venire incontro alle mutate condizioni del territorio, facendo fronte all'eventuale variazione di alcuni scenari di rischio, nonché per l'armonizzazione ed adeguamento alle nuove normative sulle procedure di allertamento della Regione Marche e le nuove linee guida dettate dal Dipartimento nazionale di protezione civile.

L'obiettivo del Comune di Ascoli Piceno è quello fornire uno strumento di lavoro flessibile, secondo i rischi presenti sul territorio, delineando un metodo di lavoro semplice nell'individuazione e nell'attivazione delle procedure per coordinare con efficacia la risposta di protezione civile di fronte ad una calamità naturale anche in presenza di persone con esigenze specifiche quali anziani e persone con disabilità.

Il Comune di Ascoli Piceno ha costituito un gruppo di lavoro che procederà all'aggiornamento del
piano, partendo da un'analisi dello stato esistente e dai lineamenti della pianificazione, stabilendo gli obiettivi da conseguire per dare una adeguata risposta di protezione civile ad una qualsiasi situazione d’emergenza, le competenze dei vari operatori, il modello d’intervento, che assegna le responsabilità decisionali ai vari livelli di comando e controllo, utilizzando le risorse in modo razionale, definendo un sistema di comunicazione che garantisca uno scambio costante di informazioni. 

Allo scopo di adottare un Piano di Protezione Civile il più possibile completo ed inclusivo, il Comune di Ascoli Piceno ha inserito nel gruppo di lavoro anche due esperti esterni: l'Ingegner Roberto Gregori, che si occuperà principalmente dell'aggiornamento del Piano con riferimento alle riforme normative, individuando compiti e responsabilità di Amministrazioni, strutture tecniche, organizzazioni ed individui in caso di incombente pericolo o emergenze, definendo, al contempo, la catena di comando e le modalità di coordinamento organizzativo nell'attuazione degli interventi e risorse umani e materiali necessarie per fronteggiare e superare l’emergenza, e l'architetto Schiavone, si occuperà in via principale dell’aggiornamento del piano riguardo a previsioni, procedure e strumenti atti a formulare risposte congruenti con le specifiche necessità dei cittadini più vulnerabili nella prevenzione, pianificazione e gestione dell’emergenza, con particolare riferimento a persone con disabilità, ma anche bambini ed anziani, ai quali le attuali misure non garantiscono il rispetto di esigenze e diritti, anche in relazione all’art. 11 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (N.Y. 2006), recepita dallo Stato italiano con Legge 18 del 3 marzo 2009 e a quanto richiamato nel documento internazionale “The Sendai Framework of Disaster Risk Reduction 2015 – 2030”.

Fonte: Determinazione n. 3310 del 28/10/2019 Comune Ascoli Piceno

Link utili: Comune Ascoli Piceno, Piano comunale di protezione civileRegione Marche, Convenzione ONUThe Sendai Framework of Disaster Risk Reduction 2015 – 2030

Articoli correlati: