20 maggio 2019

Galleria degli Uffizi: prove di evacuazione e disabilità

Alla Galleria degli Uffizi di Firenze oggi 20 maggio un'esercitazione dei Vigili del fuoco con evacuazione delle persone con disabilità

Grazie alla collaborazione tra il Comando Regionale dei Vigili del Fuoco della Toscana e la Direzione della Galleria degli Uffizi, oggi 20 maggio è stata organizzata la simulazione dell'evacuazione della struttura museale. "Hanno partecipato alla progettazione e alla conduzione dell'esercitazione l'Osservatorio Nazionale sulla Sicurezza e il Soccorso alle Persone con Esigenze Speciali (del CNVVF) - spiega Giuseppe Romano, Direttore dell'Osservatorio - e anche il neo costituito, proprio oggi, Osservatorio regionale sui temi della sicurezza e del soccorso alle persone con esigenze speciali", istituito dalla Direzione regionale dei Vigili del Fuoco della Toscana. Il coinvolgimento delle persone con disabilità è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione delle associazioni AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, ATP, Associazione Toscana Paraplegici, ENS, Ente nazionale sordi, UICI, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Coordown, Coordinamento nazionale associazioni delle persone con sindrome di DOWN, e Trisomia 21.

Il programma della prova di evacuazione del museo, che si è svolta dalle 10,00 alle 12,00, seguita in streaming per la valutazione anche da osservatori esterni, ha previsto la simulazione di un incendio con la presenza di fumo all'interno di una delle gallerie della struttura. A seguito dell'allarme alla Sala operativa dei Vigili del fuoco di Firenze, è stato attivato il piano di evacuazione dei visitatori presenti, tra i quali dieci persone con disabilità sensoriale (visiva e uditiva), motoria e cognitiva.

Le persone con disabilità coinvolte nell'esercitazione, insieme alle associazioni che le rappresentano, hanno partecipato, inoltre, ad un seminario formativo sul tema della pianificazione e gestione dell’emergenza in presenza di persone con specifiche necessità, tenutosi lo scorso 14 maggio. L'incontro, organizzato dai Vigili del fuoco in vista dell'esercitazione, è stato strutturato in due parti:

  • gli scenari emergenziali e l’analisi delle esigenze delle persone coinvolte, considerando gli aspetti connessi con le criticità che si potrebbero riscontrare durante un'evacuazione, gli ausili e le modalità di accompagnamento e soccorso rivolte a persone con disabilità motorie, sensoriali e cognitive. Gli interventi in questa prima sezione sono stati così strutturati: dopo i saluti di Giuseppe Romano, di Alessandro Gabrielli per il Comando dei Vigili del Fuoco di Firenze e di Eike Schmidt, direttore degli Uffizi, Stefano Zanut ha avviato i lavori con un intervento sul tema "Persone con specifiche necessità in emergenza. Spunti di riflessione per parlare di sicurezza inclusiva". A seguire Elisabetta Schiavone, Emergenza e Fragilità, con l’intervento "Gestire l’emergenza in presenza di persone con ridotte o impedite capacità motorie"Consuelo Agnesi, CERPA Italia, "Gestire la comunicazione in emergenza in presenza di persone sorde", Laura Corsi, ANIOMAP, "Mettersi in relazione e accompagnare persone cieche o ipovedenti in situazioni di emergenza", Zanut e Antonella Falugiani, Coordown e di Trisomia 21, "Gestire l’emergenza in presenza di persone con demenza, sindrome di Down e autismo".
  • prove esperienziali in cui le persone con disabilità sono state coinvolte nelle prove pratiche sulle tecniche di accompagnamento. 

(ultimo aggiornamento: 30/05/2019)

Fonte e foto: Uici - Unione Italiana Ciechi Ipovedenti Firenze, Firenze Post, Vigili del Fuoco TV, Superando

Link utili: Uffizi, Vigili del Fuoco Toscana

Articoli correlati:

esercitazione inclusiva calabriaEsercitazione inclusiva di Protezione Civile in Calabria

Lavoro durante esercitazione. Conclusa l’esercitazione in Garfagnana sul rischio sismico

protezione civile e disabilità  Intervista sul progetto Disabilità e protezione civile in Toscana

testata Protezione Civile Toscana Disabilità e protezione civile, ciclo di incontri promosso da Regione Toscana

Squadra di soccorso in emergenza Emergenza e disabilità, laboratori in tre comuni toscani sulle modalità di soccorso e assistenza