15 marzo 2019

Campi scuola “Anch’io sono la Protezione Civile”: al via i preparativi per il 2019

Campi scuola: il 13 e 14 marzo si sono svolti incontri al Dipartimento con Regioni e Organizzazioni di volontariato per pianificare le prossime attività

263 campi scuola organizzati  su tutto il territorio italiano, 175 da organizzazioni di volontariato nazionali e 88 da Regioni e Province autonome7.108 i ragazzi formati.

Sono solo alcuni dei numeri relativi all'edizione 2018 del progetto campi scuola “Anch'io sono la Protezione Civile”, organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile in collaborazione con le Regioni e organizzazioni nazionali e locali di volontariato.

L’idea, nata oltre dieci anni fa con l’obiettivo di valorizzare le competenze dei ragazzi e delle ragazze e accrescere le loro conoscenze a tutela dell’ambiente, del territorio e della collettività, dalla sua prima edizione ha coinvolto e formato oltre 40mila giovani tra i 10 e i 16 anni.

In estrema sintesi gli obiettivi dei campi scuola “Anch’io sono la protezione civile” sono:

  • incentivare la tutela del patrimonio boschivo e naturalistico;
  • contribuire alla prevenzione dei rischi;
  • favorire la conoscenza dei compiti del Servizio Nazionale:
  • sensibilizzare i più giovani rispetto all'importanza dei piani di protezione civile.

“Anch’io sono la protezione civile” è un progetto in costante crescita: rispetto all'edizione precedente, nel 2018 c’è stato un aumento del 16,4 % dei campi organizzati e di quasi il 20% delle organizzazioni di volontariato nazionali coinvolte.

Per dare sempre più forza al progetto, il Dipartimento della Protezione civile ha avviato e pianificato i lavori per l’edizione 2019, con i primi incontri che si sono tenuti il 13 e il 14 marzo a Roma con i referenti delle Regioni e le associazioni di volontariato. I due giorni sono stati occasione per fare anche una riflessione sull’edizione dello scorso anno.

Alla base della didattica del progetto c’è il gioco, modalità individuata per dialogare efficacemente con i ragazzi e favorire tra loro dinamiche di confronto, di scambio, di crescita. Un ricco programma didattico, ma anche divertimento e attività ludiche: i Campi scuola, attraverso il metodo esperienziale, danno ai ragazzi la possibilità di acquisire consapevolezza e conoscere il Sistema di protezione civile e, in particolare, i piani comunali di protezione civile.

Anche il gruppo di lavoro Abili a proteggere ha partecipato agli incontri affrontando il tema Campi scuola e disabilità, con una breve presentazione dei dati e delle esperienze dell'edizione 2018, con l'obiettivo di favorire l'inclusione di ragazzi con disabilità nei campi scuola. 

Fonte: Dipartimento Protezione Civile  

Articoli correlati:

Campo scuola protezione civile a Mesoraca “Anch’io sono la protezione civile” campi  scuola tra inclusione e disabilità

Logo del progetto a Rimini. Primo piano uomo con abiti Protezione Civile Anch’io sono la Protezione Civile: campo scuola inclusivo a Bellaria

anch'io sono la protezione civile 2017 Disabilità e campo scuola: Anch’io sono la Protezione Civile 2017

Foto di gruppo del camposcuola Terminato il 3° camposcuola estivo “Anch’io sono la Protezione Civile” ValPescara

campo-3 Disabilità: a Belvedere Marittimo un campo scuola di protezione civile inclusivo

Anch’io sono la protezione civile 2016: spettacolo di chiusura campo scuola Disabilità e campo scuola: Anch’io sono la Protezione Civile 2016

campo scuola Disabilità e campi  scuola: intervista all’associazione di volontariato ANVVFC

Anch'io sono protezione civile 2015 Disabilità e campo scuola: Anch’io sono la protezione civile 2015

Campo scuola protezione civile Disabilità e campo scuola: anch’io sono la protezione civile