10 novembre 2016

Terremoto e disabilità ad Ascoli Piceno: riapre un centro diurno. Domani un convegno

terremoto e disabilità: centro per disabiliIl Comune di Ascoli Piceno, dopo il terremoto del 30 ottobre, sta dedicando molta attenzione al tema della disabilità facendo proseguire le attività diurne dedicate alle persone con disabilità nelle strutture comunali e sottoscrivendo un protocollo di intesa con l'Ordine degli architetti per sviluppare piani di emergenza personalizzati. Domani un interessante convegno dedicato al progetto "Disabilità in Emergenza" 

 

Dopo il sisma del 30 ottobre il Comune di Ascoli Piceno sta lavorando per garantire il ritorno ad una normalità possibile alle persone con disabilità. Oggi infatti, dopo un'iniziale sospensione, hanno ripreso le attività del centro diurno Colibrì interrotte a causa delle lesioni create dal terremoto alla struttura del Centro per persone con disabilità psico-fisica e sensoriale. Il centro, di cui è titolare il Comune di Ascoli Piceno, è ubicato all’interno del “Centro Polifunzionale per disabili Simona Orlini” ed è gestito dalla Cooperativa Sociale P.A.GE.F.HA. Onlus.

"Nel frattempo - ha sottolineato il sindaco Guido Castelli - abbiamo concesso all'Anffas (Associazione Nazionale di Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), che si occupa di un altro centro diurno, la possibilità per almeno 15 giorni di poter richiamare alle attività ricreative i disabili di loro riferimento dislocando il tutto alla Casa Albergo Ferrucci", Struttura residenziale per anziani autosufficienti che vivono soli. 

Ieri 9 novembre il Comune di Ascoli ha firmato un protocollo d'intesa con l'ordine degli architetti finalizzato chiedere a tutte le famiglie con persone con disabilità la disponibilità a sviluppare piani di emergenza personalizzati: "stiamo dando molta importanza alle problematiche della disabilità - aggiunge Castelli -. Tramite questo protocollo è come se vestissimo su misura un micro piano di emergenza e protezione civile per tutte le persone con disabilità che aderiranno a questa proposta". Gli architetti si recheranno nelle case dei disabili e valuteranno le uscite di sicurezza e le migliori modalità di evacuazione nell'immediatezza di un evento difficile: "potremo in questo modo - prosegue in Sindaco - superare quelle difficoltà che abbiamo direttamente registrato all'indomani della scossa del 30 ottobre, quando le richieste maggiori arrivavano proprio da disabili che volevano essere aiutati ad uscire dalle loro abitazioni temendo una seconda scossa. Abbiamo fatto tesoro di questa esperienza rendendo subito operativa una soluzione".

Domani Venerdì 11 novembre, presso l'Auditorium "Casa della Gioventù" di Ascoli Piceno, dalle ore 9 alle 13, ci terrà un convegno d'informazione sul progetto "Disabilità in emergenza", avviato dal Comune, in collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Ascoli Piceno e con le associazioni provinciali che rappresentano le persone con disabilità. Di seguito il programma dell'iniziativa:

programma convegno terremoto e disabilità

programma convegno terremoto e disabilità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: Comune di Ascoli PicenoPicusonline, Emergenza e Fragilità

Link utili: Centro diurno ColibrìFondazione Simona Orlini, AnffasCasa Albergo Ferrucci, Ordine degli architettiCasa della Gioventù

Articoli correlati:

mapptura persone con disabilità Ad Ascoli Piceno la mappatura delle persone con disabilità per l’emergenza