A Sagrado esercitazione Sdraussina 2018 per testare il piano di emergenza

Il 23 e 24 febbraio si è svolta l'esercitazione Sdraussina 2018 a Sagrado (GO) per testare il Piano Comunale di Emergenza. Attiva la funzione sanità anche per l'evacuazione di persone disabili o anziane

esercitazione sdruaissina 2018L'esercitazione Sdraussina 2018 ha previsto due fasi (dovute anche ad esigenze logistiche): l'evacuazione della scuola primaria ed il test di evacuazione della frazione di Poggio Terza armata, in ipotesi di evento alluvionale.

Nel Piano Comunale di Emergenza (PCE) il rischio alluvionale è il principale rischio del Comune isontino, visti i precedenti storici e anche recenti, che hanno messo a dura prova il territorio per le possibili esondazioni dell'Isonzo (basti ricordale il Natale 2009).

Il primo test, rivolto alle scuole si è tenuto giovedì 23 pomeriggio, con l'evacuazione degli alunni della scuola primaria, che hanno dato prova di una buona preparazione nell'effettuare in tempi rapidi e ordinati l'uscita dall'edificio. Successivamente le classi quarte e quinte sono state portate in Municipio dove è stato loro presentato il piano di sicurezza messo a punto dall'Amministrazione, per l'eventuale emergenza alluvionale che potesse interessarli. Il Sindaco e un funzionario della Protezione Civile Regionale (PCR) hanno illustrato comportamenti ed azioni predisposte per la sicurezza dei cittadini. La protezione civile regionale ha registrato interesse da parte di tutti i ragazzi presenti.

Nella giorno 24 febbraio invece il test ha riguardato:

  • Allerta meteo dalla Sala Operativa Regionale (SOR),
  • Attivazione servizio di piena,
  • Istituzione COC,
  • Comunicazioni con SOR per la richiesta di supporto di volontari dei gruppi comunali del Distretto Carso Isonzo e del dirimpettaio Comune di Gradisca d'Isonzo,
  • allarme alla popolazione della frazione di Poggio Terza Armata,
  • censimento presso l'area di attesa,
  • realizzazione di rinforzo argini,
  • allestimento area di ricovero coperta per eventuali evacuati.

Il Centro Operativo Comunale (COC), seguito nella sua simulazione dal Funzionario della PCR, ha visto attivate alcune delle sue Funzioni: il tecnico del comune (F1), il coordinatore dei volontari (F4), l'Assistenza e censimento popolazione (F9, F13) con l'intervento del personale comunale dell'anagrafe, la funzione sanità (F2) supportata dalla Croce Verde Goriziana per l'ipotetica evacuazione di persone disabili o anziane della frazione. Sono state redatte le ordinanze di attivazione del COC, e dell'evacuazione della popolazione con perimetrazione zona "rossa", coinvolgendo, nelle comunicazioni simulate, anche la Prefettura di Gorizia.

Presso l'area d'attesa la presenza della popolazione non è stata quella preventivata, sottolineando la necessità di promuovere una maggior coscienza di protezione civile in tutti i cittadini. 

Fonte:  Protezione Civile della Regione Autonoma  Friuli Venezia Giulia

Link utili: Regione Autonoma Regione Friuli Venezia Giulia,  Comune di Sagrado,  Comune di Gradisca d'Isonzo, ALPINI dell'ANA Goriziana, Croce Verde Goriziana,  Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Gorizia

Articoli correlati

#FVG40exe #FVG40exe appuntamento su Facebook e Periscope

Sicurezza e inclusione: Messa in sicurezza di una persona disabile da parte dei vvf Non c’è sicurezza senza inclusione