17 ottobre 2016

Premiati i vincitori di #MaketoCare, contest di soluzioni innovative per la disabilità

Click4all e db Glove sono le due startup che hanno vinto il contest # MaketoCare promosso da Sanofi Genzyme, nato per raccogliere idee e soluzioni innovative e utili a dare risposte a bisogni reali delle persone con disabilità: andranno in Silicon Valley per visitare le realtà nel mondo dell’innovazione

Le startup vincenti a Roma al #MaketoCare

Click4all è un kit do-it-yorself che permette di costruire con qualsiasi materiale, dal pongo alla frutta, pulsanti e tastiere per persone con disabilità. È stato ideato da Luca Enei e Nicola Gencarelli. Con il kit si possono creare pulsanti personalizzati e interfacce wearable (indossabili), scegliendo il materiale, le dimensioni e la posizione dei pulsanti. Il kit consente, ad esempio, di costruire strumenti musicali ed è compatibile anche con il sisteme Lego WeDo. Si rivolge a quelle persone disabili che non sono nella condizione di utilizzare i dispositivi presenti sul mercato perchè non adatti a loro, come i tasti troppo piccoli o touchscreen troppo sensibili.

DbGlove è un guanto che digitalizza gli alfabeti tattili (come il Braille) e permette alle persone sordo-cieche di comunicare. Progettato e presentato da Nicholas Caporusso, si rivolge alle persone cieche e sorde, per le quali il tatto è l’unico senso utile a comunicare e socializzare. È un dispositivo indossabile che digitalizza alfabeti tattili esistenti, quali Malossi e Braille, per consentire alle persone con disabilità di comunicare, per esempio, attraverso una tastiera che traduce i testi in stimolazioni tattili permettono all’utente di leggere oltre che a scrivere.

Questi due progetti hanno vinto, mercoledì 12 ottobre, al Tempio di Adriano di Roma, la finale del contest, aggiudicandosi un viaggio nella Silicon Valley e la possibilità di visitare delle realtà nel mondo dell’innovazione, quindi aziende affermate nei settori della prototipazione rapida e produzione di stampanti 3D, oppure imprese che operano in ambito di salute e benessere. L’obiettivo della competizione era trovare idee concrete per migliorare la vita quotidiana e la salute delle persone che vivono ogni giorno la disabilità. 

Le startup sono state giudicate le migliori dalla giuria tra le 13 arrivate in finale al contest promosso da Sanofi Genzyme - divisione di Sanofi specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia –realizzato in collaborazione con la Maker Faire Rome e il consorzio ASTER, Società della Regione Emilia-Romagna per la ricerca e l’innovazione.

Le 13 startup finaliste sono state selezionate tra oltre 100 che hanno preso parte alla competition e che hanno avuto l’opportunità di farsi conoscere attraverso uno stand dedicato presso la Maker Faire Rome, dal 14 al 16 ottobre alla Fiera di Roma, vicino allo stand Sanofi Genzyme (Padiglione 6).

I progetti sono stati selezionati in base a vari metri di giudizio: il bisogno che si va a colmare, l’impatto sulla qualità della vita dei pazienti, il grado di innovatività/originalità, l’avanzamento del progetto, la scalabilità e il coinvolgimento di pazienti e associazioni. Continua a leggere l'articolo

Autore: Carlotta Balena  

Fonte: Startupitalia

Link utili: Click4allDbGlove, Make to careMaker Faire RomeSanofi Genzyme

Video di presentazione delle due startup: