13 gennaio 2021

Autismo: le app e i software a supporto della comunicazione

Autismo: App e software aiutano lo sviluppo e l’implementazione di diverse aree dello sviluppo nelle persone con disturbo dello spettro autistico

bambino con autismo di spalle alla finestraAutismo: App e software. Lo sviluppo di app e software offre nuovi strumenti per le persone con disabilità e per tutti coloro che sono in vario modo coinvolti, come gli educatori o genitori.

Nello specifico dei disturbi legati allo spettro dell’autismo, app e software favoriscono lo sviluppo e l’implementazione di diverse aree dello sviluppo dell’individuo, tra cui quella affettiva ed emozionale, quella cognitiva, quella didattica, che riguarda le abilità necessarie allo studio, quella della comunicazione e della socializzazione e quella delle autonomie, promuovendo le abilità visuo-spaziali, nonché l’attenzione e la reattività.

L'Agenda Digitale ha selezionato alcune app e software, indicando funzioni, livello di accessibilità e usabilità e il target di riferimento: bambini, bambini e adulti, famiglie e educatori. Noi in particolare ci soffermeremo su quelle di supporto alla comunicazione.

Autismo: app e software

 Liar

È un sistema software e hardware pensato per favorire lo sviluppo della comunicazione in persone con autismo, gravi disturbi del linguaggio, assenza di linguaggio parlato o limitazioni nella Comunicazione Espressiva, attraverso la selezione di pittogrammi che vengono trasformati in parole o frasi attraverso la sintesi vocale in lingua italiana. Il dispositivo consente di costruire frasi a partire da un numero teoricamente illimitato di immagini organizzate in maniera personalizzata (per un approfondimento leggi l'articolo correlato).

 Swiftkey Simbols

Questa app ha come target soprattutto i bambini con importanti difficoltà nel farsi comprendere dalle persone che li circondano e si basa sulla tecnologia di predizione del linguaggio. La app è costituita da simboli (pittogrammi) e figure scelte per poter comunicare, cercando di prevedere ciò che l’utente potrebbe avere più bisogno in un quel preciso momento. I Simbols sono capaci di apprendere dal comportamento di ogni utente quali simboli e figure mettere in evidenza, tenendo conto anche del giorno e dell’ora in cui l’applicazione viene utilizzata. 

 Pictorario e Pictotea 

Pictorario è un’applicazione per creare e visualizzare programmi con pittogrammi, appositamente progettati per facilitare la gestione dell’agenda per bambini con disturbo dello spettro autistico, ma anche per tutti i bambini in generale che necessitano di supporto grafico per visualizzare facilmente i loro compiti. Questa applicazione è completamente gratuita.
PictoTEA cerca di utilizzare la tecnologia per l’inclusione di persone con ASD (Disturbi dello Spettro Autistico) facilitando così la comunicazione con il loro ambiente attraverso la comunicazione tramite pittogrammi digitali invece di schede fisiche. L’app consente di personalizzare l’uso in base a sei livelli con diversi gradi di difficoltà, in modo che, man mano che la persona avanza nell'apprendimento, possa utilizzare più pittogrammi, categorie e creare frasi. È inoltre disponibile la funzionalità per aggiungere i propri pittogrammi, consentendo a ciascun utente di personalizzare il catalogo.

 Lula

È un software riabilitativo per lo sviluppo delle abilità comunicative e linguistiche per bambini e adulti che manifestano deficit di tipo relazionale. Si basa sulla modalità animata e rallentata, così da rendere le azioni e le emozioni umane più comprensibili e codificabili.

 ZO’E’

È un comunicatore dinamico che può essere sfruttato per qualsiasi applicazione nell'ambito della comunicazione aumentativa e alternativa per lo sviluppo della comunicazione funzionale e della comunicazione come scambio sociale, poiché è in grado di fornire un mezzo alternativo di comunicazione a chi non è in grado di utilizzare la voce o i gesti per esprimere le proprie necessità. Si sviluppa sulla base del “libro per la comunicazione” e può essere adattato perfettamente alle esigenze di chi lo utilizza, con la possibilità di associare ad ogni immagine-foto un testo per l’attivazione della sintesi vocale o una registrazione della voce per personalizzare al massimo le potenzialità di questa applicazione.

 Niki talk

Nasce da un’idea di un padre di una bambina autistica, in collaborazione con una terapista specializzata in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) e tecnologie assistive, per aiutare tutti i bambini con bisogni comunicativi complessi. Ad essa si affianca Niki agenda, che mediante pittogrammi consente di creare una rappresentazione figurata dei giorni della settimana e delle attività che si svolgono, risultando pertanto ideale per le persone che hanno difficoltà comunicative e problemi di comportamento, e Niki words, che insegna ai bambini a familiarizzare con l’alfabeto, il suono delle lettere ed oltre 350 parole. Nella sezione “Gioca con le parole” il bambino trascina le lettere per comporre le parole raffigurate, che appartengono a 18 categorie. L’app utilizza i disegni della library “Les pictogrammes”.

 Let me talk

Questa applicazione gratuita CAA Talker per Android supporta la comunicazione e offre a ogni persona una voce, dando la possibilità di allineare in sequenza logica le immagini in modo da formare una frase sensata, nell'ottica della comunicazione supportata. È disponibile in più lingue e non necessità di Internet, può pertanto essere usata in qualunque situazione educativa e privata.

Fonte: Agenda Digitale

Link Utili: Garage94Swiftkey SimbolsPictorario, PictoteaLulaZO’E’Niki talk, Let me talk

Articolo correlato:

Liar app La startup Garage94 crea Liar per le persone con autismo