13 marzo 2020

Croce Rossa, Federfarma e Assofarm: spesa e farmaci a domicilio per i più fragili

La Croce rossa italiana, in collaborazione con Federfarma e Assofarm, ha intensificato il servizio di consegna dei farmaci per le persone vulnerabili. Attivo anche il servizio di spesa a domicilio. Grazie all'app Pedius il numero verde consente la chiamata alle persone con disabilità uditiva

Il servizio della Croce rossa è rivolto in particolare alle persone over 65 o persone non autosufficienti, soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (temperatura superiore a 37,5°) o sottoposti alla misura della quarantena o risultati positivi al virus. Il servizio è attivo su tutto il territorio nazionale.

"Il tempo della gentilezza" è fatto di azioni concrete. Una di queste è l'importante nuovo accordo siglato con Federfarma, partner della CRI, Croce Rossa Italiana, in molte occasioni, per l'emergenza Coronavirus. "Da oggi – dichiara il Presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca - è possibile rendere ancora più efficace, su tutto il territorio nazionale, il servizio di consegna dei farmaci a domicilio a tutti gli anziani e le persone vulnerabili, messo in atto dai nostri Comitati. In questo periodo di sacrifici e responsabilità è fondamentale fare rete per essere al fianco di chi è maggiormente a rischio. Nessuno deve sentirsi solo: questo è lo spirito di 'Un'Italia che Aiuta'".

COME FUNZIONA

Consegna dei farmaci a domicilio. L’utente attiva la richiesta attraverso il numero verde 800 06 55 10 attivo h24, sette giorni su sette, che a sua volta contatta il comitato della Croce rossa più vicino territorialmente. I volontari, riconoscibili in uniforme, ritirano la ricetta presso lo studio medico o acquisiscono il numero NRE e il codice fiscale del destinatario del farmaco e si recano in farmacia. I medicinali vengono poi consegnati in busta chiusa all’utente, che provvede a corrispondere l’eventuale costo del medicinale anticipato al farmacista dai volontari. Il servizio di consegna è completamente gratuito. Attraverso la consegna a domicilio è inoltre possibile richiedere lo scontrino fiscale “parlante” da utilizzare per le detrazioni fiscali, fornendo ai volontari della Croce rossa la tessera sanitaria o il codice fiscale.

Anche spesa a domicilio. I volontari della Croce rossa sono a disposizione anche per la spesa a domicilio a favore degli anziani soli e delle persone immunodepresse, a cui è assolutamente raccomandato di non uscire di casa. È sufficiente anche in questo caso contattare il numero verde 800 06 55 10.

Informazioni e altri servizi. Gli operatori rispondono anche per informazioni sui comportamenti corretti da rispettare per prevenire il contagio di nuovo coronavirus e l’iter da seguire in caso di contatto stretto con soggetti positivi. Le richieste prevedono l’intervento dei medici per una prima assistenza telefonica e per l’attivazione delle strutture ospedaliere. È disponibile, inoltre, un servizio di supporto psicologico per affrontare le emozioni durante il momento difficile di questa emergenza.

CRI e Pedius. La sala operativa di CRI per le Persone si potenzia ulteriormente. Grazie alla collaborazione con Pedius gli utenti sordi potranno scaricare l’app gratuita “Pedius” (realizzata per iOS e Android) sul proprio smartphone, selezionare il servizio Croce Rossa Italiana per inviare la chiamata al numero verde CRI Per Le Persone, 800.065510. L’utente sordo potrà scegliere se parlare o scrivere un messaggio, che il sistema trasformerà in voce artificiale. In tempo reale, grazie alla tecnologia di sintesi e riconoscimento vocale, le parole dell’Operatore della Croce Rossa verranno trasformate in testo e compariranno sul display dell’utente sordo come in una chat. Secondo l'Istat, in Italia, sono 877.000 le persone con disabilità uditiva.

(aggiornamento 17 marzo)

Fonte: Ministero della Salute, CRI, CRI e Pedius

Link utili: FederfarmaAssofarm