28 ottobre 2019

Io non rischio 2019: a Motta San Giovanni si promuove la piena inclusione

La piazza Io non rischio a Motta San Giovanni (RC) ha messo al centro la disabilità e l'accessibilità

A Motta San Giovanni, Reggio Calabria, le attività svolte nel corso della campagna "Io non rischio 2019", dall'Associazione di Protezione Civile Garibaldina, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale e l'Associazione InHoltre, hanno mostrato una particolare attenzione al tema della disabilità. 

L'associazione di Protezione Civile Garibaldina e l'associazione InHoltre hanno realizzato nell'ultimo anno un laboratorio ideato per coinvolgere i ragazzi dell’Associazione nelle attività di protezione civile ed insieme hanno realizzato un Totem illustrativo dei punti cardini del Sistema della Protezione Civile, delle sue funzioni e degli interventi in caso di emergenza. 

Nella giornata del 12 ottobre la Piazza Io non rischio di Motta San Giovanni è stata non solo momento di divulgazione di Protezione Civile e nello specifico del “Rischio Alluvione”, ma anche occasione di dimostrazione alla cittadinanza che l'attenzione al tema della disabilità in emergenza è di importanza rilevante. Obiettivo primario della Protezione Civile e delle associazioni di volontariato del Comune di Motta San Giovanni, nell'ambito della campagna Io non rischio 2019, è stato quello di promuovere l’Auto – Segnalazione delle specifiche necessità dei cittadini all'amministrazione comunale.

Con questo spirito di inclusione, i volontari dell'associazione Garibaldina hanno incontrato i cittadini di Motta San Giovanni, mettendo a loro disposizione la conoscenza in materia di buone pratiche per la prevenzione del rischio alluvione, sensibilizzandoli sui temi della pianificazione dei rischi in caso di emergenza e su come essere di supporto in emergenza alle persone con difficoltà motorie, sensoriali e cognitive, avvalendosi della collaborazione dell'Associazione InHoltre, che nell'occasione ha ricevuto in dono dal Comune una pedana per disabili.

"Partire dalla rete di supporto, amici, parenti, colleghi, famigliari, vicini, che in caso di emergenza possono essere di aiuto alla persona disabile, per arrivare all'auto-segnalazione presso l’amministrazione comunale: solo così si potranno prendere in considerazione le esigenze specifiche della singola persona con disabilità e le reali attività di intervento in caso di emergenza, e secondo il tipo di rischio."- Queste le parole del Presidente dell'associazione Garibaldina, che ci racconta questa prima esperienza di Io non rischio:

"Hanno partecipato alla campagna Io non rischio in piazza circa dieci ragazzi con disabilità cognitiva e motoria dell'associazione inHoltre, che si sono uniti agli alunni dell'Istituto comprensivo di Motta SG, nell'informazione sui rischi del territorio. La Piazza di Motta Sa Giovanni ha cercato di rafforzare il messaggio sulla e della Disabilità, rendendola una bella esperienza da riproporre per gli anni futuri", grazie anche al sostegno del Sindaco Giovanni Verduci e dell'Assessore con delega alla protezione civile, Enza Mallamaci, e alla stretta collaborazione dell'associazione InHoltre e del suo presidente Pasquale Irto.

Ringraziamo Carmelo Benedetto, presidente dell'Associazione Garibaldina, per la condivisione delle iniziative sviluppate a livello locale in tema protezione civile e disabilità e dell'esito della campagna Io non rischio. 

Fonte e Foto: Associazione Protezione Civile Motta San Giovanni, Redazione Abili a proteggere

Link utili: Comune di Motta S. Giovanni, Associazione InHoltre, Protezione Civile Calabria

Articoli correlati:

locandina incontro Pianificazione, Disabilità e Gestione dell'’Emergenza a Frascineto Frascineto si impegna a tutelare le persone con disabilità in emergenza

campagna Io non Rischio 2019 Io non rischio 2019 a Pescara: buone pratiche in Lis

disabilità, cnsimento crotone Crotone: Censimento dei bisogni delle persone con disabilità

formazione Io non rischio 2018 Comunicazione inclusiva tra i temi della formazione Io non rischio 2018