3 aprile 2019

Esercitazione Cesiomaggiore: VVF e studenti con disabilità

A Cesiomaggiore, in provincia di Belluno, lo scorso 23 marzo oltre 250 bambini e ragazzi sono stati coinvolti nell'esercitazione di Protezione Civile

Esercitazione Cesiomaggiore. Il primo giorno dell'esercitazione è stata realizzata l'evacuazione degli alunni dai plessi scolastici della scuola Primaria e della Secondaria di 1° grado di Cesiomaggiore, in provincia di Belluno, simulando una scossa di terremoto. I ragazzi al suono dell’allarme sono usciti all'esterno per radunarsi nei punti di ritrovo. Le squadre di soccorso dei Vigili del Fuoco arrivati per primi dal distaccamento di Feltre, hanno subito provveduto ad un’ispezione dei plessi scolastici, evacuando quadro ragazzi con disabilità, che erano rimasti all'interno. La squadra dei Vigili del fuoco ha posto particolare attenzione all'approccio nei confronti degli studenti con disturbi dello spettro autistico.

Gli insegnanti nei giorni precedenti all'evento, avevano provveduto a preparare i ragazzi, intensificando la comunicazione sul tema dell'esercitazione, integrandola con l'utilizzo di immagini per spiegare in modo semplice le azioni da compiere in caso di emergenza.

Positiva la reazione all'allarme, soprattutto al rumore vero del terremoto, che è stato ricreato all'interno dei plessi con un impianto audio. I Vigili del Fuoco, preparati anche a questo specifico approccio, sono riusciti a stabilire un contatto con  i ragazzi, riuscendo a farli evacuare in sicurezza. 

I 250 ragazzi sono stati accompagnati dal personale della Protezione Civile all’area di ricovero in località Pradenich distante circa 700 metri dalle scuole. Presso l’area sono state predisposte delle isole dimostrative con materiale e mezzi della protezione civile e dei Vigili del Fuoco per promuovere la cultura della sicurezza. Personale dell’Associazione Nazionale VVF, insieme a personale del Comando, hanno preso parte all’evento, in qualità di osservatori.

Il secondo giorno dell'esercitazione, domenica 24 marzo, messa in cantiere dal Comune di Feltre insieme all'Ana di Feltre, Associazione nazionale alpini, ha visto coinvolti oltre 300 volontari del territorio sui cantieri operativi per la prevenzione del dissesto idrogeologico: i volontari hanno provveduto ad effettuare interventi a tutela del territorio, come la pulizia dei corsi d'acqua. All'esercitazione hanno partecipato anche i cittadini e i ragazzi del Campo scuola “Anch’io sono la Protezione Civile 2018”. 

L’assistenza sanitaria è stata garantita dalle associazioni VolA e Stella Alpina di Sovramonte con due ambulanze, gruppi soccorritori e la presenza di un medico volontario.

Fonte: Corpo Nazionale Vigili del FuocoCorriere delle Alpi

Link utili: Comune di Cesiomaggiore, Ana Feltre, Ana, VolA