9 dicembre 2014

Giornata Internazionale delle persone con disabilità

Un uomo in carrozzinaSi celebra oggi, 3 dicembre, in tutto il mondo la Giornata internazionale delle persone con disabilità istituita nel 1981 dalle Nazioni Unite

 

Dal luglio del 1993 il 3 dicembre è diventato anche la Giornata europea delle persone con disabilità, come voluto dalla Commissione Europea e in accordo con le Nazioni Unite. Nel mondo vivono un miliardo di persone con disabilità e almeno 93 milioni sono bambini.

Più dell’80 per cento di queste persone è concentrato nei paesi in via di sviluppo. Nonostante esse rappresentino una parte importante della popolazione mondiale, sono ancora molte le situazioni e i contesti in cui i diritti delle persone con disabilità non vengono rispettati.

Il ruolo delle Ong e delle organizzazioni di persone con disabilità, le partnership tra governi attraverso le agenzie di cooperazione internazionale, l’impegno delle istituzioni internazionali e il contributo della società civile e delle imprese sono preziosi per attuare la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (Crpd) e garantire migliori standard di vita e cittadinanza piena alle persone con disabilità nel mondo.

Secondo quanto riportato dalla Convenzione, il fine da perseguire dovrebbe essere quello di proteggere ed assicurare il godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità senza discriminazioni di alcun tipo, promuovendo la loro effettiva partecipazione ed inclusione all’interno della società. A questo scopo, il 30 ottobre 2013 è stato lanciato il Piano di Azione sulla Disabilità della Cooperazione italiana, frutto di un processo partecipativo avviato nel 2011 attraverso il Tavolo di Lavoro Mae/Rids e al quale hanno partecipato 50 tra istituzioni, associazioni, Enti Locali, Università, Centri di ricerca e imprese.

Presieduto dal Direttore Generale della Cooperazione italiana, Giampaolo Cantini, il Piano di azione prevede cinque pilastri: strumenti di programmazione e di monitoraggio delle politiche della disabilità a livello nazionale; progettazione inclusiva; aiuti umanitari in situazioni di emergenza; accessibilità e la fruibilità di ambienti, beni e servizi; valorizzazione delle esperienze e delle competenze della società civile e delle imprese.

Per ribadire l’impegno della Cooperazione italiana nella tutela delle persone con disabilità, il prossimo 10 dicembre si terrà in Sala ”Onofri”, presso la sede della Direzione generale per la Cooperazione allo Sviluppo (Dgcs), il seminario ”Promuovere i diritti delle persone con disabilità nella cooperazione internazionale: il Piano di Azione Disabilità della Dgcs/Maeci e l’impegno della società civile”, promossa dalla Dgcs, in collaborazione con la Rete italiana disabilità e sviluppo (Rids), l’Università degli studi di Bologna e Save the Children Italia, in occasione della Giornata internazionale dei diritti umani. Il seminario intende rappresentare un punto di partenza per un processo di condivisione e un dialogo costruttivo tra tutti gli attori a vario titolo coinvolti nel garantire la realizzazione dei diritti umani, in particolare delle persone con disabilità.

Allegati:

Programma evento 10 dicembre

Speciale su Piano d'Azione disabilità 

Per approfondimenti è possibile collegarsi alla sezione Focus

Link utili: Piano di Azione sulla Disabilità della Cooperazione italiana