2 gennaio 2020

Google, Dimitri: «Sono sordo, lo smartphone è il mio traduttore»

Sul tablet compaiono le parole appena pronunciate. Dimitri Kanevsky ha imparato l’inglese dopo essere diventato sordo da bambino. Vede comparirle sullo schermo e a quel punto è in grado di rispondere ai giornalisti. Il suo lessico è impeccabile, la sua pronuncia complicatissima

immagini app Google Gli investimenti di Google sull'intelligenza artificiale hanno permesso di sviluppare un sistema di trascrizione in tempo reale personalizzato. L’intelligenza artificiale conosce la «lingua» di Dimitri e la trasferisce sul display in inglese corretto.

L'azienda sta lavorando a sistemi che aiutino chi ha subito un ictus, i malati di Sla, di sclerosi multipla o Parkinson. Il fine è realizzare quello che fanno i programmi che trascrivono automaticamente le frasi. Partendo da parole distorte, sillabe, suoni confusi. Il progetto Euphonia traduce i suoni difficoltosi di alcuni malati di Sla in comandi per attivare i dispositivi che lo circondano.

da alcuni mesi è disponibile l’app Lookout che consente di identificare e descrivere gli oggetti che lo smartphone guarda al posto di chi ha una disabilità visiva. L’app Google Lens è in grado di leggere etichette e fornire informazioni sull'oggetto inquadrato.

A Zurigo, nel centro di ricerca sull'intelligenza artificiale, gli scienziati di Google dicono di voler «trasformare un suono in qualcosa di toccabile» e di progetti «per mappare i pensieri e tradurli in parole». 

Fonte: Corriere.it

Link utili: GoogleI/O 2019

Articoli correlati:

immagine icona google chrome G00gle utilizza l’Intelligenza Artificiale per descrivere le immagini

Google Voice Access: microfono G0ogle e accessibilità: “Voice access” e altri strumenti per i disabili

 

 Tecnologie assistive, salute e autonomia”: convegno a Bolzano

 Festival Informatici senza frontiere a Rovereto: nuove tecnologie assistive

 Linee guida Agid accessibilità strumenti informatici: la bozza è online

InclusiveWEB InclusiveWEB: le migliori soluzioni tecnologiche per la disabilità visiva

logo Accessibility Days 2019 Accessibility Days 2019 Ancona: accessibilità e tecnologie 

Seconda Conferenza Atad Roma 19 20 21 settembre 2019 Conferenza sulle tecnologie assistive a Roma dal 19 al 21 settembre

Speaky Facile UICI Napoli promuove l’accessibilità per tutti con Speaky Facile

Persona usando il BlindPAD. Disabilità visiva: una tecnologia farà percepire gli spazi

Un tablet con braille Dall’Università del Michigan una nuova tecnologia: arriva il tablet con schermo braille

eye tracking windows Microsoft Windows 10 si comanderà con gli occhi: ecco la tecnologia “per tutti”