3 dicembre 2019

3 dicembre: Giornata internazionale delle persone con disabilità

Oggi 3 dicembre in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità proponiamo una riflessione sul tema disabilità e protezione civile

3 dicembre, la giornata internazionale delle persone con disabilità, istituita nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere delle persone con disabilità, è l’occasione ideale nonché necessaria per fermarci e fare una riflessione sul tema della disabilità.

Ad oggi la definizione di disabilità dovrebbe essere non solo assimilata da tutti, ma anche superata. Ormai dovremmo aver fatto nostra la concezione secondo cui, se fossimo messi in una condizione favorevole, tutti saremmo in grado di svolgere qualsiasi attività e anche le persone con disabilità potrebbero vivere in modo indipendente e partecipare pienamente a tutti gli aspetti della vita e dello sviluppo, in modo da non lasciare indietro nessuno. Purtroppo, però, non è ancora così, perché, se è vero che a livello di politiche sociali molto è stato fatto per consentire ad ogni individuo una partecipazione piena ed attiva alla vita lavorativa, culturale, artistica e sportiva, sono ancora tante le barriere culturali da abbattere per porre in essere i cambiamenti necessari al miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità. Sono ancora troppi i pregiudizi e le discriminazioni nei confronti delle persone con disabilità.

Quest'anno, la Giornata internazionale delle persone con disabilità si concentra sulla autodeterminazione delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo, equo e sostenibile, come anticipato nell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che si impegna a "non lasciare nessuno indietro", come anticipato poc'anzi. 

Come Abili a Proteggere, progetto del Dipartimento della protezione civile in collaborazione con la cooperativa Europe Consulting Onlus, ci impegniamo da anni nel promuovere una cultura di protezione civile inclusiva, che sviluppi la consapevolezza che tutti i cittadini informati e formati sui rischi del territorio possono essere in grado di affrontare e reagire alle emergenze in modo resiliente.

Nello specifico monitoriamo e diffondiamo le buone pratiche su disabilità e protezione civile, raccogliamo le esperienze di Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Categoria, Regioni ed enti locali, sensibilizziamo e formiamo i volontari di protezione civile sul tema della disabilità, coinvolgendo gli enti locali.

Attraverso le interviste della rubrica “Niente di Speciale” vogliamo favorire una riflessione e un approfondimento sul tema, grazie alle testimonianze di persone provenienti da diversi settori di come le barriere culturali possano essere superate e di quanto la disabilità possa costituire un valore aggiunto per tutti. 

Siamo impegnati, inoltre, sul tema della pianificazione di protezione civile, affinché anche si tenga conto delle specifiche necessità delle persone con disabilità in questa fase e nelle esercitazioni, ultima in ordine cronologico Exe Campi Flegrei nell'ambito della quale è stata simulata una prova di evacuazione nella Residenza Sanitaria Assistenziale-Rsa di Napoli-Posillipo.

Oggi 3 dicembre abbiamo intervistato per la nostra rubrica #Nientedispeciale Luca Paiardi e Danilo Ragona, ideatori del Progetto Viaggio Italia.

INFORMAZIONI UTILI

INTERVISTE NIENTE DI SPECIALE

Fonte: Abili a proteggere

Link utili: ONU - International Day of Persons with Disabilitiess, Dipartimento della Protezione civile