21 novembre 2019

Convezione ONU per i diritti delle persone con disabilità: convegno a Torino

Sabato 16 novembre a Torino si è tenuto un convegno organizzato dall'APRI a 10 anni dalla ratifica della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità

LOCANDINA CONVEGNO SULLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA'L'Associazione APRI onlus Pro Retinopatici Ipovedenti di Torino ha organizzato, presso l'Aula Magna della propria sede centrale in Via Nizza 151, un convegno dal titolo La Convenzione ONU per i Diritti delle Persone con Disabilità. Analisi, buone prassi applicate, prospettive a 10 anni dalla ratifica in Italia, in occasione del 10° anniversario dall'approvazione da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Obiettivo del convegno, che ha visto la partecipazione di numerose organizzazioni, enti ed associazioni nonché rappresentanti delle istituzioni, è stato quello di fare il punto della situazione circa la concreta applicazione della Convenzione ONU in Italia, quanto è stato fatto e quanto occorre ancora fare per il riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità, dando l'opportunità ad ogni relatore  di approfondire un articolo della Convenzione ONU secondo le proprie competenze e funzioni.

I relatori intervenuti, specificati di seguito, hanno illustrato, ciascuno in dieci minuti, come il proprio servizio e il proprio lavoro siano resi accessibili in particolare agli utenti ipovedenti e non vedenti, passando in rassegna gli articoli della Convenzione ONU, andando dai trasporti alla scuola, dallo sport alla cultura, dall'arte ai viaggi, dall'università all'informatica, dagli audio giochi alla gestione delle emergenze nelle calamità naturali, dal lavoro all’educazione cinofila e altri temi di seguito specificati.

  • Marco Bongi, APRI Onlus, ha illustrato nel dettaglio la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, 
  • Mariella Monticone, Protezione Civile Regione Piemonte, ha parlato di protezione civilesicurezza delle persone con disabilità, autoprotezione e accessibilità,
  • Vittorio Visetti, Agenzia per il lavoro AbileJob, specializzata nel collocamento mirato ai sensi della legge 68/99, ha parlato delle problematiche che ancora oggi le persone con disabilità incontrano nella ricerca di un lavoro, illustrando le iniziative e le attività intraprese ad oggi per agevolare l'incontro tra domanda e offerta lavorativa, 
  • Cecilia Marchisio, Università di Torino, ha descritto la condizione delle persone con disabilità nel corso della storia fino all'approvazione della Convenzione ONU e di come questa intende cambiare il contesto culturale dell'approccio alla disabilità modificando il paradigma culturale che vede la disabilità come un problema a cui si fa fronte esclusivamente con l'assistenza, senza salvaguardare gli altri diritti della persona,
  • Elisabetta Bergonzelli, educatrice cinofila dell' associazione Amicò che si occupa di pet therapy, ha illustrato un corso di avvicinamento al cane ideato con l'associazione APRI per le persone con disabilità visiva, 
  • Marco Andriano e Dajana Gioffrè, comitato Giovani APRI Onlus, che raggruppa gli aderenti fino ai 35 anni di età, hanno illustrato le attività svolte, da quelle di tipo ludico a quelle culturali come visite a mostre accessibili ai ciechi,
  • Claudia Gambarino, psicologa, psicoterapeuta e maestra di sci, ha parlato del progetto SciAbile che a Salice d'Ulzio in Piemonte da 16 anni avvicina le persone con disabilità alla pratica dello sci, 
  • Franco Lepore, Disability Manager del Comune di Torino, ha fatto il punto della situazione in merito ai livelli di accessibilità e presenza delle barriere architettoniche e culturali nel capoluogo piemontese tenendo conto della Convenzione ONU,
  • Claudio Burdese, delle Civiche Biblioteche Torinesi, ha illustrato il servizio libro-parlato del Comune di Torino,
  • FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, del Piemonte, 
  • Cristina Alippi, Lega del Filo d'oro, 
  • Silvio Varetto, Azienda Turistica Locale del Comune di Alpette, 
  • Guido Bordone, Disability Manager del GGT gruppo Torinese Trasporti, 
  • Oriana Elia, Città di Torino Ufficio Disabili Sensoriali, 
  • Mario Vanzetti, Ospedale Mauriziano di Torino,
  •  Alessio Lenzi, NVApple, il portale di riferimento per i non vedenti italiani per l'utilizzo dei dispositivi, 
  • Giorgia Rochas, Galleria d’Arte Moderna, 
  • Marta Giacomoni, La Girobussola, 
  • Alessandro Albano, Associazione I Sogni di Nonna Marisa,
  • Matteo Salandri, Rete Ferroviaria Italiana,
  • Flavio Accossato Società Novis.
«Abbiamo fatto un grande sforzo organizzativo – spiega Marco Bongi, presidente dell’APRI – per mettere intorno allo stesso tavolo tutti questi Enti. Speriamo quindi che la Convenzione ONU non resti più solo un elenco di belle parole sulla carta, ma possa essere messa in pratica sempre di più».

Fonte: APRI Associazione Ipovedenti Pro Retinopatici

Link utili: Protezione Civile Regione Piemonte, Comune di Torino, Università di Torino, Gruppo Giovani APRI onlusLega del Filo d'Oro, GGT Gruppo Torinese Trasporti, Civiche Biblioteche Torinesi, Galleria d'Arte Moderna di TorinoFISH PiemonteOspedale Mauriziano di TorinoRFI Rete Ferroviaria Italiana, Comune di Alpette, I Sogni di Nonna MarisaGirobussolaNVApple, AbileJobAssociazione AMICOSciabile, Ufficio Disabili Sensoriali Città di Torino

Articoli correlati:

Commissione Sammarinese Disabilità  San Marino. Onu: nomina nuova Commissione convenzioneOnu disabilità

Donna in carrozzina raccoglie l'acqua durante un'emergenza L’ONU punta sulla disabilità per un mondo più sicuro